myInvenio: come ottimizzare i tuoi processi aziendali

Pubblicato il giovedì, 17 giugno 2021

PC and smartphone | Startup.enel.com

La soluzione si basa su un’analisi dei processi altamente dettagliata, intelligente e approfondita: offre un ROI misurabile grazie all’IA, ai sistemi di analisi avanzata, alle simulazioni e alle analisi “what-if”. Con questo patrimonio di informazioni e di tecnologia, le organizzazioni possono analizzare i modelli precedenti, monitorare le attività, le prestazioni e la compliance in tempo reale, identificare i colli di bottiglia, le attività e le risorse critiche nonché prevedere le tendenze future dei processi.

Rappresentazione grafica di una rete di dati con palazzi sullo sfondo | Startup.enel.com

myInvenio può supportare i clienti in ogni fase del percorso. “Accompagniamo il nostro utente nel processo di business end-to-end. Analizziamo l’ufficio, il team, il nucleo del business”, precisa Pedrazzi. Per esempio, si cerca di rispondere a domande come: “Il progetto si sta svolgendo come previsto? Quali sono i punti critici più frequenti? I progressi sono troppo lenti? Una data di consegna cambia troppo spesso? Comporta uno spreco di denaro?”, aggiunge. L’obiettivo finale consiste nell’utilizzare le risposte per indurre azioni volte a migliorare il processo e a risparmiare denaro.

Un progetto pilota vincente con Enel

La startup offre una soluzione automatizzata di business intelligence attraverso un’applicazione web che può essere installata direttamente sul sito del cliente. In questo modo, il team di myInvenio è in grado “di estrarre le informazioni dell’utente e offrire un’analisi e una visualizzazione del processo in modo interattivo”, spiega Pedrazzi. Ecco come si sta svolgendo il progetto pilota myInvenio presso Enel.

“Abbiamo incontrato Enel un anno fa e abbiamo iniziato un progetto insieme per comprenderne il processo di procurement”, riferisce Pedrazzi. Il progetto pilota ha simulato l’automazione dell’attività di registrazione delle fatture per i Paesi in cui Enel è presente. “Abbiamo estratto sei mesi di dati e ci siamo concentrati sulle modalità per trasformare il processo”, dice Alberto Franchi, il project manager che myInvenio ha scelto per questa impresa con Enel.

Monitor and personal computer - Startup.enel.com

“Analizzando la compliance di questo processo, ci siamo resi conto che il 65% dei casi non era conforme. Quando si confronta la realtà con le aspettative, è possibile rilevare le inefficienze in termini di prestazioni e costi. Si può inoltre stabilire quali Paesi hanno ottenuto buoni risultati e quale è stato il più rilevante in certi casi”, spiega l’esperto.

myInvenio, fondata inizialmente con sede in Italia, o ha già aperto nuovi uffici negli Stati Uniti e in Giappone. Lavorare con Enel è stato determinante per lo sviluppo. “È stata un’esperienza positiva: abbiamo raggiunto i nostri obiettivi insieme e il progetto si sta concludendo nel migliore dei modi”, dice Franchi. Pedrazzi è d’accordo: “Il rapporto con Enel è molto importante per noi: non capita tutti i giorni che una grande multinazionale riponga la propria fiducia in una piccola startup. Avere questo tipo di visibilità rappresenta per noi un’enorme opportunità: onestamente, una delle più grandi, finora”.

Open Innovability®

Proponi le tue soluzioni tecnologiche attraverso la nostra piattaforma di crowdsourcing