Solerzia: soluzioni chiave per le infrastrutture urbane intelligenti

Pubblicato il martedì, 26 novembre 2019

“Il concetto di innovazione ha molto in comune con quello dell’evoluzione nel regno animale; è una condizione necessaria per la sopravvivenza”

– Gianni Falchetti, Fondatore e Responsabile Innovazione, Solerzia

A seconda delle esigenze locali, lo Smart Pole può essere configurato con una molteplicità di funzioni secondo una logica che permette di aggiungerne sempre di nuove: illuminazione urbana, telecomunicazioni (5G/Wi-Fi/ cavi in fibra ottica), analisi del traffico e dei parcheggi in tempo reale, sensori stradali intelligenti, videosorveglianza e analisi video, ricarica di bici e dispositivi elettrici, display per l’erogazione di informazioni e di pubblicità, sistemi di videochiamata SoS e integrazione di strumenti di primo soccorso (AED), stoccaggio di energia. Queste strutture possono essere usate per scopi diversi in vari contesti, come edifici commerciali e aziendali, aree urbane e rurali, reti stradali.

Lo scopo di queste infrastrutture è di rivoluzionare l’urbanizzazione attraverso una consapevolezza green. La sostenibilità è uno dei valori fondamentali secondo Solerzia e per questa ragione gli Smart Pole sono alimentati a energia solare e funzionano come un’infrastruttura fotovoltaica di base per la città del futuro a zero emissioni di CO2.

Oltre a realizzare queste soluzioni, Solerzia opera anche come società di consulenza, fornendo orientamento, know-how tecnico e assistenza a qualsiasi cliente con una buona idea innovativa. La competenza, l’etica del lavoro e le motivazioni hanno permesso alla startup di adattare i propri servizi nel corso degli anni a una vasta gamma di esigenze espresse dai clienti. “L’innovazione continua è la priorità e la vocazione di Solerzia. Per noi rispondere rapidamente ai bisogni di una platea diversificata di clienti è il vero core business”, aggiunge Falchetti.

Per migliorare l’efficienza operativa, Solerzia ha scelto di esternalizzare attività come la produzione di hardware o dispositivi e di componenti software, in modo da poter concentrare tutta la propria competenza sulla progettazione, l’ingegneria e l’assemblaggio, nell’ambito della propria attività di ricerca, sviluppo e ottimizzazione di nuove soluzioni per le infrastrutture intelligenti. “La ricerca & sviluppo è un’attività chiave per l’azienda, che ci permette di mantenere sia il nostro vantaggio competitivo sia la qualità delle nostre soluzioni”, dice Falchetti.

Oggi Solerzia ha installazioni in Italia e sta realizzando progetti pilota per le sue apparecchiature in tutto il mondo. “Sono state eseguite installazioni in molti Paesi come il Cile, l’Uzbekistan, gli Emirati Arabi Uniti, l’Arabia Saudita e continuano ad arrivarci da tutto il mondo bozze di progetti e richieste tecniche”, spiega Falchetti.

Una partnership con un obiettivo comune

Il rapporto tra Solerzia ed Enel X risale al 2018. All’epoca l’Innovation & Product Lab di Enel X aveva promosso il beauty contest Sperimentazioni MISE Progetto 5G, che permetteva a candidati di eccellenza di co-sviluppare, testare e validare in campo Smart Poles, soluzioni modulari per l’erogazione dei servizi smart alla città. 
Tra i partecipanti c’era Solerzia. “Quell’iniziativa - ricorda Falchetti - ci permise di sperimentare e installare alcuni dei nostri progetti più complessi e di collaborare con Enel X per completare la fase di industrializzazione”.

Le soluzioni co-sviluppate da Solerzia sono state installate e validate nel Innovation Lab di Catania – e qui vengono ancora indirizzate attività di continous improvement per rendere la soluzione Smart Pole sempre più efficiente e resiliente.

“La collaborazione con Enel e l’attenzione di un’azienda così importante, leader del settore a livello mondiale, ci ha fornito un enorme impulso in termini di trasferimento di know how, visibilità e di credibilità nei confronti di fornitori, clienti e investitori”, spiega Falchetti.

“Sono tanti i mercati che hanno un enorme bisogno di soluzioni infrastrutturali innovative. Il tema della sostenibilità energetica, oltre a essere un bisogno concreto, è anche un trend globale dal punto di vista etico”, aggiunge il fondatore.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento