Form Energy, la startup con soluzioni di stoccaggio di lunga durata

Pubblicato il giovedì, 30 maggio 2019

“L’innovazione sta cambiando il corso dell’umanità in modo fondamentale migliorando la nostra qualità della vita”

– Marco Ferrara, co-fondatore di Form Energy

La stessa batteria può anche avere diverse altre applicazioni. Ad esempio, “può ridurre al minimo l'accumulo di infrastrutture di trasmissione e distribuzione fornendo un inventario distribuito a basso costo di diversi giorni di elettricità”. Questo significa anche un’innovazione dirompente in termini di costi.

Costruire con Enel un nuovo mondo dello stoccaggio

La tecnologia principale di Form Energy è stata inventata al MIT (Massachussets Institute of Technology) ed è supportata da importanti investitori nel settore, tra cui Breakthrough Energy Ventures, MIT's The Engine e Prelude Ventures. Il direttore dell'innovazione di Enel Green Power in Nord America, Sander Cohan, e il team di stoccaggio per l'innovazione sono andati a incontrare lo staff di Form Energy presso il MIT Engine. Dopo molte conversazioni, esercizi di analisi congiunta e sessioni di brainstorming, le due società hanno sviluppato una relazione forte. La Fondazione Enel, in quanto organizzazione esperta in questo tipo di lavoro, fornisce il finanziamento e la guida per questa prima collaborazione tra EGP e Form Energy.

“Stiamo conducendo uno studio congiunto sul valore dello stoccaggio di lunga durata con Enel Green Power ed Enel Foundation, che porterà a individuare le opportunità per testare insieme la tecnologia delle batterie di Form Energy", spiega Ferrara. Sander Cohan aggiunge: “Questo è un caso in cui la missione di Form è chiaramente allineata con quella di Enel Green Power. Sappiamo entrambi che lo stoccaggio di energia di lunga durata avrà un ruolo chiave nel futuro delle energie rinnovabili e, lavorando insieme, uniremo le competenze tecniche di Form con le conoscenze del mercato e la prospettiva del cliente di Enel per immaginare come sarà questo futuro. In questo modo siamo certi di essere pronti a sfruttare questa opportunità”.

L'esperienza di lavorare insieme è stata molto positiva fino ad oggi. Secondo Ferrara, “tutti i professionisti con cui abbiamo interagito sono stati molto perspicaci e disponibili. Inoltre, la dimensione globale dell'azienda ci consente di esplorare congiuntamente le opportunità in tutte le aree del settore elettrico e in tutte le località geografiche”. Sander Cohan, d'altra parte, pensa sia stato “entusiasmante lavorare con Form Energy. Questo progetto è il primo passo su una strada che ci porterà a un nuovo modo di progettare e sviluppare fonti rinnovabili per una utility”.

Un futuro brillante all’orizzonte

In Form Energy, i fondatori pensano che i problemi tecnologici più difficili possano essere risolti solo combinando innovazione scientifica e duro lavoro. Per Ferrara essere un innovatore richiede anche di essere “attenti ai dettagli, preparati, umili, ambiziosi, laboriosi e di pensare fuori dagli schemi (out-of-the-box). I membri del team Form Energy hanno tutte questi caratteristiche e sono determinati a continuare su questa strada”.

“Stiamo sviluppando prototipi di scala significativa e testiamo la tecnologia nei nostri laboratori. Allo stesso tempo, stiamo lavorando con Enel ed Enel Green Power per comprendere il valore di questa tecnologia. Tra due o tre anni saremo pronti a schierare i primi progetti pilota sul campo” spiega Ferrara.

Questa tecnologia non solo è interessante ma anche necessaria, conclude Ferrara: “Non c’è un problema più urgente dei cambiamenti climatici: questo implica la transizione dell'intera nostra infrastruttura energetica dai combustibili che emettono CO2 all’energia pulita. Ecco perché a Form Energy vogliamo sviluppare una tecnologia di stoccaggio della batteria che possa rendere la generazione rinnovabile completamente affidabile e controllabile”.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento