Enel premiata come azienda più attiva nell’Open Innovation in Europa

Pubblicato il martedì, 24 dicembre 2019

È indubbio che oggi l’innovazione stia ricevendo il riconoscimento che merita e l’Open Innovation (OI) ne è probabilmente la dimostrazione migliore. Le grandi aziende ne hanno compreso l’importanza e sono coinvolte nell’Open Innovation attraverso iniziative e progetti sia all’interno che all’esterno delle loro organizzazioni. Anche se si guarda alle nuove imprese e alle startup l’OI rappresenta insieme la ragione fondamentale e la base della loro attività. Con un ulteriore vantaggio: l’approccio aperto permette a queste piccole e medie aziende di crescere insieme alle grandi corporation, con effetti positivi per tutti.

Comprendendo l’importanza di questo tipo di collaborazioni, con l’iniziativa Startup Europe Partnership la Commissione Europea ha istituito un programma per premiare le aziende che hanno avuto un impatto reale sullo sviluppo delle startup europee. Proprio queste startup hanno di recente premiato le società più attive nell’Open Innovation: quanto fatto da Enel in questo campo non è passato inosservato.

La nostra azienda è stata individuata come la più attiva d’Europa nell’Open Innovation, aggiudicandosi il premio 2019 Corporate Startup Stars Award come leader della classifica delle grandi aziende che producono risultati concreti in termini di collaborazione con le startup. Il riconoscimento è stato ritirato da Ernesto Ciorra, Chief Innovability Officer di Enel, che ha commentato: “Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’impegno e il supporto del nostro CEO, Francesco Starace. Questo premio va a lui e ai nostri colleghi che lavorano nelle Business Line globali e nei mercati, nell’unità Global Business e nelle altre divisioni che supportano la nostra innovazione ogni giorno: Risorse Umane e Organizzazione, Affari legali, Amministrazione, Finanza e Controllo (AFC), Comunicazione, Audit e Affari Istituzionali Europei.”

Una profonda fiducia nell’Open Innovation

Questo riconoscimento è il risultato di un lungo percorso e degli sforzi fatti con determinazione e profonda convinzione dei vantaggi della Open Innovation da parte delle persone che lo hanno compiuto. Negli ultimi quattro anni abbiamo ampliato in maniera strategica la nostra rete globale degli Innovation Hub al fine di garantire la massima copertura dell’ecosistema dell’innovazione.

Oggi possiamo affermare con orgoglio di poter contare su una presenza globale, con dieci Hub in Brasile (Rio de Janeiro), Cile (Santiago), Israele (Tel Aviv), Italia (Milano, Catania, Pisa), Russia (Mosca), Spagna (Madrid) e Stati Uniti (Boston, San Francisco). Attraverso questa rete dell’innovazione cerchiamo di individuare startup che presentino significative potenzialità in termini di tecnologie e modelli di business rilevanti per il lavoro di Enel. Tra i settori in cui collaboriamo con le startup ci sono, in particolare, lo storage, i big data, l’energy management, le soluzioni per la smart home, la mobilità elettrica, l’Internet of Things (IoT), la manutenzione predittiva, l’intelligenza artificiale, le tecnologie smart, la robotica.

Come ha spiegato Starace, il premio dimostra che stiamo facendo un buon lavoro: “Questi riconoscimenti confermano ancora una volta la nostra leadership nell’innovazione. Già nel 2015 abbiamo definito il nostro approccio all’Open Innovation, abbinando innovazione e sostenibilità in quella che all’epoca sembrava una combinazione alquanto singolare”. Il risultato, ha proseguito, è stato “un fenomenale effetto sinergico che ha generato valore per noi e per i nostri stakeholder, comprese le startup e le comunità intorno a noi”.

Dal 2015 Enel ha ricevuto circa 10.000 proposte di collaborazione, 6.500 delle quali provenienti da startup, per un totale di circa 650 progetti in fase di realizzazione, di cui circa 250 con startup. Ma non ci fermiamo qui: “Per il futuro - ha sottolineato il nostro CEO - puntiamo a incrementare ancora i nostri sforzi nell’innovazione aperta per trasformare Enel in un’azienda totalmente digitale e platform-based, con l’obiettivo finale di massimizzare il valore generato dalla transizione energetica e dall’elettrificazione dei consumi”.

Un importante riconoscimento internazionale

La classifica delle Europe Corporate Startup Stars per il 2019 è stata stilata dalla società di consulenza per l’innovazione Mind the Bridge e dalla fondazione per l’innovazione Nesta, nell’ambito dell’iniziativa della Commissione Europea Startup Europe Partnership. I premi sono stati annunciati il 10 dicembre durante il SEP Scaleup Summit organizzato alla Bolsa de Madrid (Spagna). Le aziende europee premiate sono state in tutto 36: 12 come Corporate Startup Stars in Europa e 24 come Open Innovation Challengers in Europa.

Le società che hanno ricevuto il riconoscimento sono quelle che hanno saputo stabilire le partnership con le startup di maggior successo e con maggiori benefici reciproci, mediante procurement, licenze, partnership, acceleratori, investimenti diretti, acquisizioni o altri programmi specifici.

Enel è uno degli attori più attivi di questo fondamentale ecosistema. Come ricordato da Mariya Gabriel, Commissario europeo all’innovazione, ricerca, cultura, istruzione e giovani, “un ecosistema sostenibile dell’innovazione in Europa richiede sia startup in grado di crescere nelle dimensioni e a livello internazionale, sia aziende già affermate che siano capaci di innovare. A queste condizioni, la collaborazione tra startup e grandi Gruppi porta benefici a entrambi. Iniziative come la SEP Europe’s Corporate Startup Stars sono importanti proprio perché mostrano quali sono le pratiche e i modelli migliori”. In Enel siamo orgogliosi di rappresentare un esempio dinamico di queste best practice.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento