SEC2IL, Israele la Silicon Valley del Mediterraneo

Pubblicato il martedì, 15 maggio 2018

Sulla mappa dell’innovazione Israele è sempre più una realtà strategica. A indicarlo è uno studio di Mind The Bridge presentato a maggio presso l’Enel Innovation Hub di Tel Aviv.

Il nostro Gruppo è stato infatti partner della prima edizione di “Startup Europe Comes to Israel” (SECS2IL), organizzata da Startup Europe Partnership: tre giorni di iniziative ispirate al format di successo della Silicon Valley (SEC2SV) in cui aziende, investitori, imprese e policy-makers possono confrontarsi, incontrarsi e stringere partnership di lungo termine.

Evento centrale è stato lo European Innovation Day, ospitato nel nostro Innovation Hub, nel corso del quale è stato presentato lo studio di Mind The Bridge Startup Europe Comes to Israel, da cui emerge come come Israele si stia trasformando sempre di più nella “Silicon Valley” del Mediterraneo: 32 grandi aziende di 9 Stati europei hanno oggi 41 avamposti di ricerca tecnologica nel Paese mediorientale, la metà dei quali inaugurati dopo il 2013. Di questo gruppo, 7 hanno presenze multiple con una combinazione di outpost R&D (Ricerca & Sviluppo) e CVC (Corporate Venture Capital), o R&D e Lab. L’unico che rappresenta l’Italia, ad oggi, è l’Enel Innovation Hub di Tel Aviv. Il suo general manager, Eran Levy, ha infatti partecipato alla tre giorni, insieme a Fabio Tentori, CEO Innovation Hubs di Enel.

“Le grandi corporations stanno incrementando i loro sforzi per trovare innovazione e tecnologie di rottura negli hotspot più importanti del mondo - ha evidenziato Alberto Onetti, presidente di Mind The Bridge nonché coordinatore di SEP - e in questa ricerca si stanno ramificando negli ecosistemi innovativi per acquisire sul posto tecnologia e talenti”

Alla Silicon Valley, riconosciuta da un precedente studio del settembre 2017 come ecosistema innovativo per eccellenza, si affianca dunque Israele. I settori più attivi sono quelli dell’Engineering & Electronics, dell’IT&Software, così come delle Telecomunicazioni e Biotecnologie. Per Emanuele Giaufret, ambasciatore dell’Unione Europea in Israele, il successo di questa cooperazione è stato costruito nel corso degli ultimi 20 anni, attraverso investimenti congiunti al programma europeo di ricerca e innovazione.

Per individuare nuove startup, Mind the Bridge ha anche lanciato una call che si chiuderà il prossimo 1° luglio. L’iniziativa è rivolte ad aziende in crescita che vogliono espandere la propria attività negli Stati Uniti partecipando usufruendo dei supporto della piattaforma SEC2SV 2018.

L’appuntamento per le startup europee che vogliono conquistare gli USA è in Silicon Valley al SEC2SV, in programma il prossimo settembre in California.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento