Enel, dal Brasile agli USA un ponte verso la Silicon Valley

Published on sabato, 30 settembre 2017

Essere Open Power per Enel vuol dire abbattere i muri mentali e creare connessioni, “unire i puntini” per dirla con Steve Jobs, per immaginare e realizzare nuovi modi efficienti e sostenibile di produrre e distribuire energia.

È ancora una volta a partire da questo approccio, che l'Enel Innovation Hub di Berkeley, a San Francisco, è diventato un punto d'incontro tra le due Americhe. In settembre, infatti, il nostro hub di innovazione ospitato presso il Citris Foundry, laboratorio universitario di innovazione e spazio di coworking, ha permesso di far incontrare il Brasile e l'avanguardia tecnologica della Silicon Valley.

Una delegazione brasiliana di 25 persone, tra rappresentanti di utilities, sviluppatori di tecnologie del solare ed esperti di regolamentazione nel settore energetico, è stata infatti ospite del nostro Innovation Hub di San Francisco. Nel corso della visita, alla quale ha partecipato anche l'U.S. Commercial Service, il braccio operativo del Dipartimento del Commercio americano, gli ospiti brasiliani hanno avuto l'opportunità di capire come stiamo lavorando per produrre innovazione, incontrando tre delle startup con cui stiamo collaborando: Nozomi Networks, Archon Technologies e Bidgely.

La visita è stata un'importante occasione per fare incontrare organizzazioni e istituzioni brasiliane con l'ecosistema dell'innovazione della Silicon Valley, in particolare per quanto riguarda le tecnologie in ambito energetico.

Startup come Nozomi Networks e Archon hanno presentato alla delegazione carioca le tecnologie sviluppate, rispettivamente, nei sistemi di cybersecurity per infrastrutture industriali e nello sviluppo di software e hardware per il monitoraggio attraverso droni. Badgley ha invece spiegato le possibile applicazioni dell'energy disaggregation, una nuova scienza che, utilizzando tecnologie big data e machine learning, permette di analizzare in che modo i clienti utilizzano l'elettricità, supportando le utility nella diversificazione dell'offerta sia per aumentare la qualità dei servizi per i propri clienti sia per attrarre nuovi.

Oltre a vedere e toccare il modello di Open Innovation di Enel, durante la visita la delegazione ha avuto la possibilità di approfondire le metodologie di accelerazione di startup utilizzato nel nostro hub e, più in generale, nella Silicon Valley. Un'esperienza utile per trasferire questo approccio al tessuto di impresa presente in Brasile e per prepare il terreno all'arrivo all'Enel Innovation Hub di Berkeley dei migliori progetti presentati nell'ambito della call Energy Start, promossa da Enel Brasil. Si tratta di un progetto d'innovazione che, attraverso un concorso lanciato il primo agosto scorso e chiuso il 30 settembre, punta a selezionare le aziende più innovative del grande paesi sudamericano, sempre in settori connessi all'energia, premiandole con un programma di accelerazione e una full immersion nel nostro Innovation Hub di Berkeley.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento