Treedom: regalare un albero per il bene del pianeta

Pubblicato il mercoledì, 16 marzo 2016

Un progetto per la piantumazione di nuovi alberi che unisce il gioco e il coinvolgimento degli utenti online a una mission ambientale e sociale: è Treedom, una piattaforma nata da un team di giovani italiani che grazie alla sua vasta community ha contribuito a piantare 250mila alberi.

Su Treedom.net, infatti, è possibile piantare o regalare un albero seguendone la crescita e lo sviluppo tramite fotografie in continuo aggiornamento, condivisibili sui social e rigorosamente geo-localizzate. Gli alberi piantati hanno un valore notevole, perché contribuiscono allo sviluppo sociale ed economico delle comunità rurali in Africa, America Latina e Italia, dove sono i contadini e le piccole cooperative a occuparsi in prima persona della piantumazione in cambio di un piccolo contributo economico. Un meccanismo che da un lato permette alle comunità di avere maggiore consapevolezza delle proprie risorse naturali – finalmente tutelate e rispettate – e che dall’altro spinge alla loro valorizzazione. A usufruire dei prodotti derivati dagli alberi, infatti, sono proprio i contadini e le cooperative che grazie a Treedom ricevono formazione, lavoro e reddito. La piantumazione di nuovi alberi, inoltre, ha un forte impatto sull’ambiente, portando benefici per il territorio – come la stabilizzazione dell’assetto idro-geologico, l’incremento della fertilità dei terreni, il contrasto della desertificazione e della deforestazione – e per l’intero pianeta: basti pensare che fino a oggi Treedom ha contribuito a compensare 96,720 tonnellate di CO2. Ogni intervento, comunque, mira a preservare l’habitat naturale e in base a questo vengono scelte le tipologie arboree da piantare, che siano da frutto – come le arance in Sicilia o l’avocado in Kenya – o specie forestali o a rischio estinzione.

Oltre a seguire la vita dell’albero che si è deciso di piantare o di regalare, su Treedom.net si può giocare per scoprire il proprio impatto sull’ambiente, calcolando di quanta CO2 immessa si è responsabili attraverso i propri trasporti, il cibo e altre abitudini. Un modo per essere ancora più invogliati ad “adottare” un albero o a regalarlo allegando un messaggio personalizzato.

A sposare il progetto anche Enel, che ha contribuito a piantare quasi 60.000 alberi in cinque Paesi: Argentina, Camerun, Haiti, Kenya e Senegal. Sul profilo presente sulla piattaforma è possibile conoscere tutti gli alberi della “Foresta di Enel” e scoprire quanta CO2 è stata catturata grazie alla loro piantumazione.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento