I droni guardiani dell'energia green

Published on lunedì, 21 marzo 2016

Da una decina d’anni i droni – sviluppati in ambito militare sin dalla Prima Guerra Mondiale – hanno trovato il loro posto anche in ambito civile. Forti dello sviluppo tecnologico che ha permesso la creazione di software sofisticati, l’installazione di videocamere ad altissima definizione e sensori termografici, i velivoli senza pilota sono diventati strumenti preziosi in diversi campi. In quello energetico, in particolare, i droni sono in grado di fare la differenza, monitorando impianti, facendo vera e propria manutenzione e intervenendo in casi di emergenza. Lo dimostrano due aziende che hanno compreso le potenzialità di questi dispositivi, sfruttandone al meglio le capacità.
Aerial Power LTD è stata la prima organizzazione a utilizzare veicoli aerei senza equipaggio progettati proprio per pulire i pannelli solari, spesso situati in zone aride o desertiche e perciò a diretto contatto con polvere e sabbia. I droni di Aerial Power migliorano le prestazioni e la durata nel tempo degli impianti solari. Rimuovendo in modo automatico la polvere dalla superficie in vetro del pannello, è possibile tagliare i costi di manutenzione fino al 70%, mentre allo stesso tempo la produzione di energia può registrare un aumento del 30% ogni mese.

Aeorum, invece, sfrutta i droni per raccogliere informazioni preziose sui pannelli fotovoltaici. Attraverso diversi sensori e una serie di fotografie scattate in volo, si riesce a capire in breve tempo se un pannello ha bisogno di manutenzione o pulizia. Il tutto, ovviamente, grazie a un software in grado di analizzare i dati raccolti e sviluppato proprio da Aeorum, HelioXscan.

Grazie ai loro progetti all’avanguardia entrambe le aziende possono vantare di essere tra le vincitrici dell’ultima call INCENSe, coordinata dal gruppo Enel.

Proprio Enel figura tra le prime utility ad aver compreso le potenzialità dei droni in ambito energetico, ritendendoli fondamentali per salvaguardare la sicurezza in quanto eliminano, di fatto, i rischi per gli operatori. Le ispezioni per brevi tratti di linee elettriche, per lo più dislocate in luoghi poco accessibili o durante situazioni di emergenza come grandi nevicate, sono un esempio delle operazioni rischiose che adesso vengono eseguite dai droni. Vantaggi analoghi sono stati registrati per la manutenzione degli impianti solari e idroelettrici da Enel Green Power: i velivoli senza pilota, in grado di sorvolare e analizzare 4 ettari e 10mila pannelli solari in meno di un’ora, sono efficienti e permettono una riduzione dei costi e una semplificazione del lavoro.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento