Le case smart: tecnologia al servizio dell'ambiente

Published on giovedì, 11 febbraio 2016

Il futuro tecnologico delle case è sempre più vicino. La smart home, la casa intelligente in cui gli impianti e i dispositivi possono essere controllati da remoto o addirittura regolarsi autonomamente, fa parte di un settore in continua crescita che nei prossimi anni vedrà uno sviluppo significativo. Lo si è visto recentemente al Consumer Electronic Show di Las Vegas, kermesse dedicata alle novità in ambito tecnologico in cui l’intelligenza artificiale e la domotica hanno trovato ampio spazio. Frigoriferi smart dai quali fare la spesa, elettrodomestici connessi per essere attivati con un tocco di smartphone o tablet, impianti di riscaldamento monitorati a distanza: gli ingredienti per un’abitazione del futuro ci sono già.

Ma le case smart non sono un vezzo per gli amanti della tecnologia: comfort e risparmio energetico sono solo due dei vantaggi a loro favore. Avere sotto controllo ogni dispositivo anche a distanza, infatti, migliora indubbiamente la vivibilità; poter sfruttare l’energia solo dove e quando serve, come permette ormai la domotica, fa sì che i consumi siano ottimizzati e i costi di gestione ridotti. Nell’ottica più ampia che vede le Nazioni affrontare obiettivi concreti di riduzione delle emissioni, riuscire ad avere risultati positivi in termini di risparmio energetico fin dalle abitazioni dei singoli consumatori sembra un ottimo punto di partenza. Crede molto nel ruolo fondamentale del consumatore e del suo uso consapevole dell’energia Enel, che già da qualche anno ha avviato diversi progetti per permettere ai propri clienti di monitorare i propri consumi, favorendo la diffusione di una cultura dell’efficienza energetica in grado di modificare le abitudini dei cittadini.

Tra questi spicca Energy@home, un’associazione nata dalla collaborazione tra Enel, Electrolux, Indesit Company e Telecom Italia e che adesso coinvolge diversi partner associati. Il suo scopo è quello di sviluppare e promuovere tecnologie e servizi per l’efficienza energetica in casa, basati proprio sulla domotica e la connessione dei dispositivi, diventando a livello internazionale un punto di riferimento per lo sviluppo delle smart grid. Un progetto, quindi, che agisce per il bene del Pianeta puntando a rendere ogni casa efficiente e ogni cittadino veramente consapevole dei propri consumi.

Energy@home vanta già dei traguardi raggiunti, come lo sviluppo di diversi sistemi già in fase di test, sia in Italia che in Olanda; il rilascio di JEMMA (Java-based Energy Management Application framework), un progetto open-source che facilita lo sviluppo di applicazioni di gestione dell’energia degli ambienti domestici, e una nostra conoscenza – la startup I-Em – tra i partner dell’associazione.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento