Le 100 storie italiane della filiera elettrica

Published on martedì, 9 febbraio 2016

Raccontare le eccellenze italiane che nel settore elettrico hanno fatto proprie le idee di ricerca, innovazione e attenzione per le tecnologie verdi: è questo lo scopo dello studio 100 Italian Energy Stories pubblicato da Symbola, Fondazione per le Qualità Italiane, e Enel. Sono proprio cento le storie raccontate in modo chiaro e sintetico all’interno del report: storie di imprese, istituti di ricerca e agenzie pubbliche che parlano di un Paese all’avanguardia e alla continua ricerca dell’efficienza. Un Paese, soprattutto, in grado di cogliere la dura sfida dei cambiamenti climatici proponendo soluzioni tecnologiche per un futuro più green.

Le cento esperienze che fanno da nucleo a questo studio, d’altra parte, nascono in un contesto più che virtuoso: dai dati raccolti nel rapporto l’Italia risulta essere il primo Paese al mondo per contributo del fotovoltaico nel mix elettrico nazionale (7,9%), seguito solo da Grecia e Germania (rispettivamente 7,6% e 7%) e ben distante da Giappone (che non raggiunge il 3%), Stati Uniti e Cina (meno dell’1%). Oltre a questo, l’Italia è seconda tra i big player europei per efficienza energetica: consumando 15 tonnellate di petrolio equivalente per milione di euro di Prodotto Interno Lordo, si discosta da Francia (16), Spagna e Germania (entrambe 18). La Gran Bretagna, prima con 12 tonnellate, ha però meno manifattura dell’Italia. Dati che dipingono una direzione ben precisa verso l’energia sostenibile imboccata dal nostro Paese, e adeguatamente rappresentata dalle esperienze riportate nel report di Symbola e Enel. Tutti gli ambiti della filiera dell’energia sono presi in considerazione. Ci sono giovani startup come Ares2T, specializzata nell’ICT, che ha sviluppato una soluzione per incrementare l’efficienza della ricarica dei veicoli elettrici alla colonnina, permettendo al guidatore di pianificare la ricarica della propria auto; ma ci sono anche aziende storiche, come BTicino, che ha il suo focus nella domotica. MyHome è il suo prodotto più innovativo e permette di gestire da remoto praticamente tutta la casa. Nel report figura anche l’archistar Renzo Piano, ideatore di un nuovo tipo di aerogeneratore con rotore dal diametro di 16 metri, Libella, che coniuga efficienza energetica (è in grado di erogare una potenza di 55kW) e design: le pale infatti sono solo due e semitrasparenti, per integrarsi nel paesaggio in modo più naturale rispetto all’impatto che si riceve normalmente dalle comuni ‘torri’ eoliche, più imponenti e invadenti. Lo studio ricorda anche quelle associazioni che si occupano della promozione della cultura green, come il Kyoto Club, nato da un’idea di Legambiente e che «riunisce imprese, enti e associazioni impegnati nel contrasto ai cambiamenti climatici, nella riduzione delle emissioni di gas serra per il raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto».

Per Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, e Ermete Realacci,presidente di Symbola, le storie raccontate nel rapporto rappresentano «Bellezza, ingegno, efficienza, competitività». E continuano: «Il filo rosso di 100 Italian Energy Stories è quello che delinea, anche nella filiera dell’elettricità, un modello italiano che può fare scuola». Storie che parlano di un’identità virtuosa che si può e si deve diffondere.

Open Innovability

Prendi parte al cambiamento