Trasforma i tuoi dati in sviluppo sostenibile

Published on lunedì, 10 maggio 2021

Da anni ormai i big data rappresentano ben più di un semplice termine in voga. Oggi infatti siamo in piena era dei dati. I dati sono ovunque e crescono a un ritmo sbalorditivo: secondo Techjury, il 90% circa dei dati che abbiamo oggi fino a due anni fa non esisteva neanche. Ciò non dovrebbe sorprendere, se consideriamo che tutti I settori produttivi e tutte le persone generano dati. Nel mondo iperconnesso di oggi siamo tutti insiemi di dati.

Il punto quindi è sapere come sfruttare al massimo questa ricchezza di dati per produrre un impatto positivo sulla società. Come possono le aziende usare queste informazioni in modi innovativi per creare proposte di valore uniche e potenti per consumatori e cittadini?

La digitalizzazione e le nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale (AI, Artificial Intelligence) hanno impresso una svolta decisiva alla nostra capacità di comprendere e utilizzare i dati. Non esistono più scuse per non investire in questo campo, e per farlo proponiamo qui alcune lezioni che puoi applicare al tuo business.

I dati sono un mezzo, non un fine

Sembrerà un paradosso, ma non dovresti concepire i dati come il punto di partenza della tua strategia. I primi passi infatti dovrebbero prevedere una riflessione sugli elementi fondamentali della tua attività. In quali aspetti la tua organizzazione è capace di creare più valore rispetto alla concorrenza? C’è sempre un margine di miglioramento, perciò analizza in che modo le attività del tuo business soddisfano le esigenze dei tuoi clienti e individua mancanze e opportunità di crescita.

Una volta stabiliti gli obiettivi strategici, puoi iniziare a concentrarti sui dati. Classifica le diverse categorie di dati che generi o che sei in grado di monitorare nel corso delle tue attività commerciali: quali dati usi, da dove provengono, come vengono raccolti e condivisi, quali sono le diverse applicazioni? Insieme alla tua organizzazione, trai le conclusioni per definire il percorso completo delle informazioni a tua disposizione.

Valuta con il tuo team le sinergie in atto e quelle che potrebbero crearsi tra le tue attività fondamentali e le tue business line. Stai mettendo completamente a frutto i tuoi dati? Avrebbero bisogno di una strutturazione maggiore? Come possono le varie categorie di dati integrarsi al meglio tra di loro per permetterti di raggiungere i tuoi obiettivi? Nel processo di analisi dei dati, porsi queste domande dovrebbe essere il primo passo.

Due uomini incastrano due grandi pezzi di un puzzle - Enel Startup

Fonte: Shutterstock

Intuizioni e condivisione per aumentare il proprio impatto

Tieni presente che l’era dei dati ruota intorno al cliente: il vero valore risiede nel capire le persone e i meccanismi, per essere in grado di soddisfare le nuove esigenze e migliorare l’esperienza dell’utente. Dovresti perciò adottare una prospettiva aperta che sappia cogliere le nuove tendenze e applicare nuove soluzioni, per un processo di miglioramento costante. Questo vuol dire che, quando si osservano i flussi di informazioni, non dovresti pensare unicamente alla gestione dei tuoi dati interni, ma anche al modo in cui poter aumentare la tua influenza connettendoti all’ecosistema di cui la tua azienda è parte.

Nonostante sia sempre necessario garantire la protezione e la sicurezza dei dati, non ci si dovrebbe limitare all’esclusività. Non a caso le idee migliori nascono dalla condivisione delle conoscenze all’interno di un contesto di obiettivi condivisi.

Un caso interessante è quello di John Deere, azienda produttrice di macchine agricole, che ha sviluppato una piattaforma che combina le macchine intelligenti e i dati degli utenti e del mercato per aiutare gli operatori agricoli a ottimizzare le proprie attività e gestire i rischi. Nel settore dell’assistenza sanitaria un ottimo esempio di servizio data-driven innovativo è quello di Optum, che incrocia i dati relativi all’uso e all’efficacia dei farmaci per offrire informazioni utili ai fornitori di assistenza sanitaria, che possono così migliorare i loro prodotti e servizi. In entrambi i casi i flussi di dati hanno permesso ad attori diversi di mettere in collegamento vari settori per migliorare la rispettiva esperienza.

Entra a far parte della nostra rivoluzione dei dati

Noi di Enel siamo convinti che il settore energetico è pronto a essere rivoluzionato da un uso intelligente dei dati. L’energia è infatti al centro delle attività umane e genera quantità immense di informazioni, che possono essere utilizzate per sviluppare soluzioni per le sfide globali che l’umanità deve affrontare.

Ci sono centinaia di possibili esempi: nelle città, i dati che Enel ha a disposizione possono contribuire a promuovere una mobilità elettrica più efficiente, sostenibile e sicura; i nostri dati meteorologici possono essere usati per potenziare il settore delle rinnovabili; i nostri dati sui siti di costruzione e industriali possono favorire l’ideazione di nuovi prodotti per gli edifici intelligenti.

Noi crediamo nella Open Innovability®: per noi l’innovazione aperta e la sostenibilità sono fattori chiave per creare un impatto positivo e mettere in comunicazione le diverse esigenze dell’ecosistema globale. I dati sono imprescindibili, e abbiamo l’intenzione di renderli sempre più preziosi. Se hai voglia di unire le forze per sviluppare nuove idee in questo senso, mettiti in contatto con noi e tieni d’occhio le nostre iniziative, come per esempio data challenge che abbiamo lanciato recentemente e che rimarrà aperta fino al 17 maggio.

Open Innovability®

Proponi le tue soluzioni tecnologiche attraverso la nostra piattaforma di crowdsourcing