5 considerazioni sulla collaborazione tra startup e azienda

Published on lunedì, 1 marzo 2021

Aumentare il valore del cliente e promuovere l'innovazione è più importante che mai, non solo a causa della pandemia, ma anche perché la tecnologia si evolve così rapidamente che è difficile per le aziende tenere il passo. È ancora possibile per un'organizzazione da sola ricercare efficacemente l'innovazione? Ernesto Ciorra, Chief Innovability® Officer, ritiene che, se si tratta di intraprendere nuove avventure e orientarsi nel futuro, non si possa fare tutto da soli.

Ovviamente un cambiamento interno graduale - come risposta alla concorrenza globale e alle tecnologie disruptive - è possibile; ma se le organizzazioni vogliono cercare un cambiamento esponenziale, devono collaborare con altre realtà che le aiutino a pensare fuori dagli schemi.

Per le startup, la prima partnership aziendale è una pietra miliare entusiasmante. È importante ricordare che questi accordi hanno lo scopo di produrre una situazione win win: le aziende possono offrire economie di scala, capitale, risorse e accesso globale al mercato; le startup, da parte loro, stanno rivoluzionando interi settori - dall'ospitalità al settore bancario, dalla mobilità all'energia - e possono portare una nuova prospettiva e il talento di squadre molto motivate ​​e versatili.

Secondo una ricerca di Imaginatik e MassChallenge, quasi il 45% degli intervistati di aziende e startup ha identificato la sinergia strategica come fattore più importante per il successo o il fallimento di una partnership. Tenendo in considerazione la forza di entrambe le parti, gli imprenditori devono riflettere sui propri valori e obiettivi a lungo termine per determinare se una relazione è giusta per loro e quale tipo di accordo li aiuterà a realizzare la loro visione. Ecco alcune riflessioni importanti da tenere in considerazione per sfruttare al meglio questa opportunità.

1 – Trova le persone giuste

Quando inizi una collaborazione con un'azienda, individua il problema esatto che stai cercando di risolvere e chiediti per conto di chi stai cercando di farlo. Con chi dovresti interagire? Tina Sharkey, amministratrice delegata e co-fondatrice di Brandless, sostiene che "i fondatori di startup spesso cercano di costruire una partnership con l’amministratore delegato dell'azienda, ma è meglio utilizzare l’amministratore delegato come canale per trovare la persona giusta nell'organizzazione e poi coltivare da vicino quel rapporto”. Un altro consiglio importante è quello di chiedere sempre che almeno due contatti si uniscano a te al tavolo delle trattative: in questo modo ti assicurerai di comunicare sempre agevolmente con le persone giuste.

2 – Prendi in considerazione metodi di lavoro diversi

Le startup, per loro natura, lavorano a un ritmo più veloce delle altre aziende e con una maggiore agilità organizzativa. Questo a volte può portare a scavalcare le strategie prestabilite nell’ambito operativo e delle risorse umane. Al contrario, nelle grandi aziende quasi ogni decisione deve passare attraverso più livelli di stakeholder prima di poter diventare realtà. Unendo l'esperienza aziendale con processi solidi e l’approccio flessibile delle startup, è possibile creare una struttura operativa equilibrata. Le startup possono imparare dall'esperienza aziendale per anticipare la "fatica di crescere". Per navigare al meglio nella burocrazia aziendale, bisogna fare chiarezza sulle norme e sulle procedure di approvazione aziendale: in questo modo tutti potranno lavorare in armonia per portare avanti il progetto.

3 – Sfrutta al meglio il progetto pilota

I progetti pilota sono diventati il metodo preferito da aziende e startup per fornire risultati rapidi e dimostrare il valore aziendale di un prodotto. Con un gruppo controllato di clienti e indicatori chiave di prestazione (KPI) ben definiti per misurare il successo, un progetto pilota ben costruito può portare a una relazione a lungo termine con il cliente. Ricordati di sfruttare questo programma per dimostrare di avere un prodotto e un business model validi. Quando si contrattano i termini di un programma pilota, assicurati di fare chiarezza su ciò che ti serve. Se l’azienda è davvero lungimirante e aperta all'innovazione, accetterà condizioni eque.

4 – Mantieni una comunicazione costante

Indipendentemente dal business model, la comunicazione è uno dei pilastri più importanti per il successo di qualsiasi azienda. In quanto startup, non aver paura di essere curioso e di fare domande. Essere efficienti e diretti è molto importante quando si lavora con le grandi aziende. In conclusione, assicurati di capire bene ciò che l'azienda si aspetta dalla vostra collaborazione, ma anche di mettere in chiaro i tuoi obiettivi e le tue aspettative sin dall'inizio.

5 – Adattati al bisogno

Come con qualsiasi impresa commerciale, la strada non sarà sempre dritta e ci saranno ostacoli da affrontare. Prima di procedere, assicurati di avere un piano attuabile che includa obiettivi e parametri temporali ben definiti e un calendario con un margine predefinito, per consentire di mettere in atto adeguamenti e piani di emergenza, se necessario. Concentrandoti su progressi misurabili da parte di startup e aziende, puoi garantire il successo nonostante gli ostacoli.

Sei ragazzi in posa per una foto | Enel Startup

Insieme siete più forti 

Le aziende hanno a disposizione risorse e reputazione a cui le startup aspirano, mentre le startup hanno l'agilità e le idee innovative che queste aziende apprezzano. Lavorare con una grande azienda può essere il modo migliore per far crescere la tua startup, ammesso che tu rimanga concentrato sul tuo core business. Ricorda questo consiglio di Sharkey: “Sarebbe un errore coprire la tua startup di tanti loghi aziendali che ti distraggono dall’execution: il tuo obiettivo è che il partner aziendale la acceleri, non che la rallenti".

In Enel crediamo fortemente nella co-creazione e da oltre quattro anni lavoriamo con una vasta rete di startup nel settore dell’energia e non solo. Abbiamo a cuore la resilienza già da prima della crisi portata dal Covid-19 e cerchiamo costantemente di trasformare e innovare grazie alla comprensione delle esigenze dei nostri clienti e dei nostri partner. Ora che abbiamo esaminato alcuni suggerimenti per questo tipo di partnership, sei pronto per una collaborazione?

Open Innovability®

Proponi le tue soluzioni tecnologiche attraverso la nostra piattaforma di crowdsourcing