Nuvve

Servizi Vehicle to Grid

Scenario

Le reti elettriche e le risorse energetiche che le riforniscono stanno vivendo un momento di sensibile trasformazione in tutto il mondo. L’introduzione di fonti di energia rinnovabili, combinata con la dismissione di alcune delle centrali tradizionali, è già un fattore che influenza il funzionamento della rete, la fornitura di energia e il costo finale per i consumatori. I veicoli elettrici sono un aspetto essenziale di questa trasformazione, con una crescita del 70% ogni anno e una previsione che immagina il raggiungimento del 35% delle vendite di auto a livello mondiale entro il 2040. Con la crescente adozione di veicoli elettrici e delle batterie residenziali, si sta installando una crescente capacità di storage energetico, spesso inutilizzato. Con la crescente ubiquità dei veicoli elettrici, l’energia immagazzinata nelle loro batterie può essere utilizzata per ridurre le difficoltà di modernizzazione dei sistemi elettrici tradizionali.

Idea

La piattaforma Grid Integrated Vehicle (GIVe™) di Nuvve consente ai singoli proprietari di veicoli elettricidi passare dall’essere consumatori passivi di energia elettrica al diventare partecipanti attivi nel funzionamento della rete elettrica.

I veicoli possono diventare parte integrante del sistema elettrico non solo in quanto forma di trasporto innovativa, ma anche come una nuova forma di stoccaggio di energia elettrica in grado di facilitare la generazione di energia distribuita e affrontare gli squilibri locali e di sistema.

La tecnologia di aggregazione utilizzata da Nuvve condivide in maniera intelligente l’energia immagazzinata nelle batterie dei veicoli elettrici, in funzione delle richieste dei gestori dei sistemi elettrici e delle fluttuazioni nel prezzo dell’energia. Il sistema di aggregazione determina quando e quanto caricare e scaricare le batterie individuali, sulla base dello stato attuale di ciascun veicolo, delle preferenze del proprietario e delle esigenze della rete elettrica.

La potenza complessiva di un gruppo di veicoli elettrici può arrivare a costituire una “centrale elettrica virtuale”, in grado di offrire energia nel mercato elettrico e firmare contratti con i provider di energia.

Possiamo cambiare il modo in cui funziona l’infrastruttura di rete esistente, facilitando lo sviluppo di un sistema elettrico più intelligente, più efficiente.

Application & Benefits

Il primo prodotto commercializzato da Nuvve, con la piattaforma GIVe™, è un modo per aggregare l’energia immagazzinata nelle batterie dei veicoli elettrici per i servizi Vehicle to Grid (V2G). GIVe™ è in grado di controllare quando e quanto la batteria viene utilizzata e ricaricata. Nuvve si è focalizzata sul fornire una regolazione della frequenza per i Transmission System Operators (TSO). Può, tuttavia, offrire altri vantaggi a livello di rete e di network locali di distribuzione, potendo spostare i flussi di domanda al giusto momento del giorno, fornendo servizi di controlla della tensione e regolazione della qualità dell’alimentazione.

La nostra capacità di gestire centralmente l’interazione tra veicoli elettrici, batterie residenziali e la grid è in grado di supportare l’integrazione di energia distribuita e rinnovabile alla rete, ma anche di generare profitti attraverso la partecipazione ai mercati dell’elettricità. I profitti generati da queste attività potranno portare benefici anche per i possessori di veicoli elettrici o batterie residenziali, riducendo i loro costi di gestione.

Progetti avviati

Nuvve ha iniziato a lanciare i suoi progetti commerciali:

2011: primo demo sulla rete di China Light Electric a Hong Kong

2012: progetto di test tra University of Delaware e PJM.

2013: partecipazione ad un progetto di ricerca in Danimarca con la DTU University (NIKOLA)

2015: aggregazione di circa 19.000 caricabatterie da auto nei Paesi Bassi, in collaborazione con The New Motion, per fornire servizi ausiliari per TenneT NL.

2016: in collaborazione con Enel e Nissan, installazione stazioni di ricarica e veicoli V2G. Questa flotta iniziale di 44 veicoli fornirà la regolazione di frequenza per il TSO Danese (Energinet.dk).